Regolamento 2007

La fornitura dei DPI è annuale, viene effettuata nel mese di ottobre nei confronti delle aziende in regola coni versamenti dovuti alla Cassa edile lucchese per tutti gli operai presenti al 31 maggio secondo le norme del-l’articolato di seguito riportato.

Qualora l’azienda iscritta alla Cassa edile lucchese abbia operai trasferisti, tale azienda otterrà il diritto a ricevere i pacchetti DPI anche per tali lavoratori a condizione che gli stessi lavoratori non ricevano la forni-tura DPI da altro Comitato Paritetico o Cassa edile e trasmetta al CPT Lucca specifico avviso entro agosto, in cui si dichiari espressamente quanto sopra, fin tanto che non sarà possibile verificare direttamente la primacondizione tramite eventuali nuove procedure che consentano controlli on line.

Sarà altresì cura dell’azienda integrare il pacchetto di base di eventuali ulteriori DPI ai singoli lavoratori inrelazione alla valutazione dei rischi aziendali prevista dall’art. 4 del D.Lgs. n. 626/1994.

Per gli operai assunti dopo il 31 maggio sarà cura dell’azienda provvedere alla fornitura diretta dei DPI; nelqual caso l’azienda potrà rivolgersi al CPT Lucca per usufruire dei costi particolarmente vantaggiosi riservatidai fornitori al CPT stesso.

Art.1. Il CPTLucca provvede alla definizione e all’aggiornamento dell’elenco dei DPI previsti per ciascun tipodi pacchetto.

Art.2. Il CPTLucca, entro la fine del mese di aprile, invia a ciascuna azienda iscritta:a)il modulo DPI, prestampato per gli operai rilevati presso l’azienda in base all’ultima Denuncia operaioccupati inviata dall’azienda stessa alla Cassa edile lucchese; sul modulo saranno riportati i dati (tipo di pac-chetto, numero di calzatura dell’eventuale fornitura dell’anno precedente) che dovranno essere attentamen-te controllati;b)il modulo DPI in bianco con la prestampa dell’intestazione dell’azienda per la denuncia di altri operaieventualmente assunti dall’azienda nel frattempo.

Art.3. I dati contenuti nel modulo DPI sono aggiornati ogni anno a cura della Cassa edile lucchese.

Art.4. La mancata compilazione del modulo DPI e la mancata consegna di tale modulo al CPTLucca entro il30 giugno di ogni anno comporterà il mancato aggiornamento dei dati utili alla fornitura ovvero, nel casonon fossero mai stati trasmessi in precedenza tali dati al CPTLucca o alla Cassa edile lucchese, la decaden-za dal diritto alla fornitura del pacchetto DPI.

Art.5. I dati relativi al Servizio DPI contenuti nella suddetta modulistica vengono gestiti dal CPTLucca ai finidell’ordine dei pacchetti.

Art.6. Il CPTLucca nel mese di settembre provvederà agli ordinativi dei DPI che saranno recapitati diretta-mente alle aziende ed eventualmente avviserà i singoli operai della commessa inoltrata, esclusivamenteinserendo tale avviso in comunicazioni della Cassa edile lucchese.

Art.7. La Cassa edile lucchese collabora con il CPTLucca per tutto quanto occorrente al corretto svolgimen-to del Servizio.

Art.8. Il fornitore nel mese di ottobre spedirà i pacchetti DPI in porto franco direttamente all’indirizzo delleaziende, o al diverso indirizzo indicato dalle medesime, e rendiconterà il CPTLucca sulle forniture effettuatetramite invio dei bollettini di spedizione; eventuali costi per variazioni di consegna non comunicati tempesti-vamente al CPTLucca, saranno a carico dell’azienda che provvederà a saldare direttamente il corriere.

Art.9. L’azienda curerà la distribuzione dei singoli pacchetti DPI esclusivamente ai dipendenti riportati nellaricevuta predisposta dal CPTLucca, facendo loro sottoscrivere tale ricevuta. Copia della ricevuta sarà trasmes-sa al CPTLucca entro il 31 dicembre di ogni anno.

Art.10.In caso di mancata trasmissione da parte dell’azienda della ricevuta o di mancata sottoscrizione daparte del lavoratore, l’azienda è tenuta a restituire a proprie spese il relativo pacco DPI al CPTLucca, entro lostesso termine. La mancata restituzione del pacchetto comporterà l’addebito dei costi di fornitura, tramiteCassa edile lucchese.

Art.11.Il mancato invio della ricevuta potrà comportare anche la verifica del CPTLucca e l’eventuale segna-lazione agli organi di vigilanza della mancata fornitura dei DPI ai dipendenti.

Art.12.In caso di reiterata inosservanza da parte delle aziende di quanto previsto nel presente regolamento,il Consiglio di amministrazione del CPTLucca si riserva di prendere i provvedimenti che riterrà opportuni

Criteri di scelta e di uso

Al fine della corretta scelta dei pacchetti DPI in ottempe-ranza agli obblighi di legge, riteniamo opportuno precisa-re che il datore di lavoro è tenuto a consultare i lavorato-ri o il Ioro rappresentante la sicurezza, in caso di designa-zione, in merito alla valutazione dei rischi e all’individua-zione dei DPI, sulla base delle esigenze di salute di ognilavoratore.

Solo a seguito di tale consultazione il datoredi lavoro individuerà e fornirà a ciascun lavoratore il pac-chetto DPI più adatto.

Peraltro il datore di lavoro dovràprovvedere per ciascun lavoratore a verificare i pacchettodei DPI forniti, di cui peraltro mantiene tutta la responsa-bilità, in base a quanto previsto dall’art.43 D.Lgs.n°626/1994, e ad integrarlo in relazione alla propriavalutazione rischi ed alle eventuali ulteriori esigenze dellavoro specifico